L‘acquisto collettivo della casa

This post is also available in: Deutsch English Français Español Türkçe Albanian

Casa mia sarà venduta! Cosa fare?

Sempre più spesso nelle nostre città i proprietari rivendono a prezzi speculativi immobili, che in seguito vengono rinnovati in modo lussuoso o demoliti. Ma anche senza vendita c‘è una crescente minaccia di complete ristrutturazioni con conseguenti recessi di massa dei contratti di locazione.

Appartamenti precedentemente in affitto a buon prezzo sono convertiti in appartamenti di proprietà oppure l‘affitto viene aumentato il più possibile dopo la ristrutturazione. Lo spazio abitativo diventa così un puro oggetto di rendita. Solo pochi riescono a resistere contro questa tendenza.

Preparare l‘acquisto collettivo della casa

  1. Contatto con i proprietari
    Il contatto con i potenziali venditori è essenziale, per essere in grado di comprare edifici sul mercato ed evitare la necessità di aumentare gli affitti a prezzi proibitivi. Questo si può conseguire attraverso la complicità. Condividete e discutete con loro tematiche riguardanti la casa. Quando si presenta il momento giusto, raccontate ai proprietari i vostri desideri, il fatto che vi piacerebbe rimanere nell‘abitazione il più a lungo possibile e parlate loro della possibilità di conseguire una casa in cooperativa assieme con gli attuali inquilini.

    Se questo non fosse possibile, prendete in considerazione la possibilità di fare pressione sul proprietario (vedi busta a destra).

  1. Negoziare presto
    Quando il proprietario passa la vendita ad un agente immobiliare è spesso troppo tardi: l‘edificio viene offerto sul mercato ad un prezzo speculativo troppo elevato ed il rilevamento da parte di una cooperativa diventa difficile.

Si prega di notare: questo non è l‘unico modo in cui si può procedere verso la minaccia di perdita dell‘alloggio. Molti collettivi sono riusciti ad ottenere un buon appartamento ad un prezzo accessibile solo dopo essersi battuti per anni.

 

  1. Auto-organizzazione
    Parlate con gli altri inquilini delle vostre idee e delle necessità. Come affronterebbero una possibile vendita dell‘immobile e una possibile soluzione di cooperativa autogestita?
    In quale vicino potreste trovare un alleato? Se tutti vanno nella stessa direzione, le probabilità di successo sono molto maggiori.
  1. Soldi
    Purtroppo nesuna casa è a titolo gratuito. Vale la pena pensarci presto: quanti fondi potremmo raccogliere come casa-collettiva? Abbiamo parenti o conoscenti che potrebbero aiutarci con un prestito?
  1. Ottenere aiuto
    Le cose si fanno più complicate del previsto? Non capite più i dettagli finanziari? Non riuscite ad immaginarvi tutto questo in concreto? Ci sono dettagli burocratici che in questo momento superano i vostri orizzonti? Vi forniamo volentieri la nostra consulenza.

Vi chiariremo le condizioni di base della cooperativa di auto-aiuto e la possibilità di apprestarsi in seguito ad avviare l‘acquisto collettivo di un immobile.

Scopriamo se può esserci un futuro insieme. Siamo sempre disponibili a dare il nostro supporto a nuovi gruppi interessati ad organizzare una casa-cooperativa assieme al Consorzio Case in Affitto Mietshäuser Syndakat.

Le consulenze al momento sono disponibili solamente in tedesco, francese, italiano o inglese. Vi preghiamo di organizzarvi con un interprete, nel caso in cui abbiate bisogno di una consulenza in un‘altra lingua.

Contatto: beratung@mietshaeusersyndikat.ch